Home

Verita e giustizia per Ibrahim, morto per razzismo e malasanità a Napoli

Cari amici e amiche,

siamo venuti a conoscenza dell'ennesimo episodio razzista, che è costato questa volta la vita ad un ragazzo ivoriano di 24 anni.
Secondo la denuncia del centro sociale ex OPG, di Napoli, ad Ibrahim, il nome del ragazzo, non sono stati prestati i soccorsi , a più riprese, né presso l'ospedale Loreto Mare di Napoli né dal 118, chiamato per le gravi condizioni in cui versava.
È morto infine, sembrerebbe di peritonite, una volta arrivato in ospedale dopo lunghe sofferenze.

AFFERMIAMO ACCOGLIENZA E DIGNITÀ! PER UNA CONVIVENZA PACIFICA CONTRO VIOLENZA, TERRORISMO, RAZZISMO E GUERRE

AFFERMIAMO ACCOGLIENZA E DIGNITÀ! PER UNA CONVIVENZA PACIFICA CONTRO VIOLENZA, TERRORISMO, RAZZISMO E GUERRE

Ovunque nel mondo esseri umani sono in marcia alla ricerca di una vita migliore, fuggendo da guerre, carestie, disastri climatici e ambientali, dittature, terrorismo e oppressioni.

Il Mercato degli ambulanti di Via Bologna a Napoli è ancora chiuso: dignità e rispetto del diritto al lavoro per tutte e tutti, per una Napoli accogliente, sicura e solidale!

Care amiche e cari amici,

Il Mercato degli ambulanti di Via Bologna a Napoli è ancora chiuso.

È passato quasi un mese da quando il sindaco De Magistris aveva annunciato che il mercato multietnico degli ambulanti di Via Bologna, a Napoli, avrebbe riaperto.

SOLIDARIETÀ AGLI AMBULANTI DI VIA BOLOGNA, A NAPOLI. SOLIDARITÉ AUX VENDEURS DE RUE DE VIA BOLOGNA, NAPLES

SOLIDARIETÀ AGLI AMBULANTI DI VIA BOLOGNA

Sorelle e Fratelli,

Ieri mattina, gli ambulanti immigrati e italiani di Via Bologna (vicino piazza Garibaldi), sono stati sgomberati dalla polizia, senza preavviso e senza alternative. La loro merce è stata sequestrata (senza un verbale di sequestro).
60 persone, italiane e immigrate, sono in strada senza i mezzi per sostenere economicamente le proprie famiglie.

Questo trattamento è disumano e indegno. Sono esseri umani che cercano di guadagnare da vivere onestamente.