Home

Sullo sgombero di piazza Indipendenza a Roma. Rifugiati e profughi presi a manganellate: è questa l’accoglienza?

Sullo sgombero di piazza Indipendenza a Roma

Rifugiati e profughi presi a manganellate: è questa l’accoglienza?

La polizia in assetto antisommossa è arrivata ieri di nuovo a piazza Indipendenza, a Roma, per disperdere i rifugiati eritrei e etiopi che dormivano sulle aiuole da cinque giorni, dopo essere stati sgomberati dal palazzo in cui vivevano a via Curtatone, vicino alla stazione Termini. Gli agenti si sono fatti strada con gli idranti e hanno caricato con i manganelli le persone, in gran parte donne e bimbi, che dormivano sulle aiuole e i marciapiedi.

MANIFESTAZIONE IL 7 OTTOBRE A ROMA: Pace e libertà per il popolo siriano e per tutti gli immigrati e i profughi! Accoglienza umana per tutti!

Pace e libertà per il popolo siriano e per tutti gli immigrati e i profughi!
Accoglienza umana per tutti!

La Siria da sei anni è un terra martoriata. Migliaia i morti, milioni gli sfollati e i profughi, immani le distruzioni. Principale responsabile è Bashar Assad che ha scatenato una violenta repressione contro il suo popolo che aspirava alla libertà e alla giustizia sociale, massacrandolo e umiliandolo in ogni modo, financo con l’uso delle armi chimiche.

Lo stato italiano in guerra contro gli immigrati, reprime chi salva le vite in mare

Lo stato italiano contro gli immigrati e chi salva le vite in mare

Cari amici e amiche,

è indegno l'attacco alla solidarietà a cui stiamo assistendo da parte dello stato italiano che impiega le navi militari per sostenere la guardia costiera libica a riportare a terra le persone che attraverso il mare cercano scampo.
Facciamo appello a tutta la gente solidale, ai profughi e agli immigrati, a tutti coloro che si impegnano per l'accoglienza ad unirsi e reagire.

Rassegna stampa sulla vittoria dei fratelli bengalesi di Sant'Antimo (NA): condannati gli schiavisti dal Tribunale di Napoli

Care amiche e cari amici,

pubblichiamo qui una prima rassegna stampa sulla vittoria ottenuta in Tribunale dai fratelli bengalesi della zona Nord di Napoli (Sant'Antimo, Casandrino, Grumo Nevano), ovvero la sentenza di condanna nei confronti della banda di loro connazionali che li ha fatti venire in Italia con l'inganno per schiavizzarli nelle fabbriche tessili.

Vi invitiamo a leggere il nostro comunicato stampa a questo link:
https://www.a3f.org/en/content/tribunale-di-napoli-i-lavoratori-bengales...

--------------

Tribunale di Napoli: i lavoratori bengalesi vincono contro il loro schiavista. Conferenza stampa Giovedì ore 11, a Napoli

Care amiche e cari amici,

Un altro passo è stato compiuto, per la dignità e l'accoglienza, contro lo sfruttamento e la schiavitù.

Per la prima volta in questo Paese, lo schiavismo lavorativo, pratica purtroppo diffusa oggi, riceve, dal tribunale penale di Napoli, una prima sanzione giudiziaria esemplare. Le condanne sono pesanti e gravissimi i reati.